in

Alla scoperta dell’Astrologia

Introduzione

Buongiorno a tutti e benvenuti in questo angolo dedicato all’Astrologia.

Io sono Alessandro, sono 15 anni che mi occupo di Astrologia prima come studente, poi nella ricerca di connessione con altre discipline, nelle interpretazioni dei temi natali e quindi mi definisco un’appassionato, amatore e studente, non un docente.

Cosa dovrebbe essere per me l’Astrologia?

L’Astrologia dovrebbe essere una disciplina trattata in modo differente da come viene proposta nelle riviste ed in televisione, uno strumento che richiede tempo ed applicazione ma che può essere di grande aiuto nella comprensione di se e nell’aiuto e nel supporto offerto agli altri. Uno strumento onnipresente nelle antiche culture che può aiutare anche nella comprensione di tutte le altre Discipline Esoteriche che fanno parte del nostro passato e che oggi, fortunatamente, stanno tornando presenti.

Di cosa andrò a parlare?

Andrò a parlare di tutto quello che sono gli Elementi, partendo dai Segni, i Pianeti, Le Case e della maggior parte dei luoghi comuni che generano cattive convinzioni e che portano quindi l’Astrologia ad essere male interpretata e non essere invece presa seriamente come dovrebbe esserlo. Parlerò spesso di incarnazioni nel processo evolutivo, se questo dovesse costituire rifiuto, chiusura o uno scoglio nella lettura/ascolto voglio rassicurare che i contenuti di cui si parlerà saranno ugualmente assimilabili avendo semplicemente la cura di cogliere l’essenziale e scartare ciò che si riterrà superfluo.

Per iniziare che cos’è l’Astrologia?

Astrologia etimologicamente significa il Linguaggio delle Stelle, dalle radici aster e logos, un linguaggio che ci raggiunge sotto forma di Luce e che ci influenza alla nascita, durante i transiti, le rivoluzioni solari che poi sono i compleanni, quindi non un linguaggio uditivo, ma un linguaggio che si esprime attraverso il potere degli Archetipi nelle nostre vite incarnate. Questo linguaggio è possibile interpretarlo con le giuste basi.

L’Astrologia che è arrivata a noi, riferendomi all’Occidente, proviene in parte dalle tavolette egizie (Astrologia Antica) e in parte dagli studi ripresi dal popolo greco (Astrologia Moderna), quindi da una parte si guarderà più l’Anima, la Spiritualità, gli influssi principalmente rivolti all’evoluzione dell’Anima lungo le varie incarnazioni e dall’altra, quindi nel popolo ellenico fino ad oggi, si guarderà più in modo pratico, pragmatico, diretto a risultati tangibili e considerazione di problematiche più fisiche della persona.

Chi sarà interessato all’evoluzione dell’Anima nelle varie incarnazioni, intuire il percorso che sta facendo in questo step per poter scegliere la via più retta possibile, troverà più affinità in quella antica, mentre chi vorrà approciare alla praticità, al corpo, al periodo che sta vivendo, alle situazioni che gli si propongono si accosterà a quella moderna.

Ora è bene fare una piccola precisazione iniziale prima di addentrarsi nello studio dell’Astrologia di come e perchè questi influssi agiscono sulle persone, domande che si sentono spesso e che trovano risposte contrastanti il più delle volte ne confondono il senso e lo scopo principale che si pone: “Orientarsi tra le Stelle”; o fornire: “La Mappa per tornare a Casa”. Io stesso mi sono posto all’inizio queste domande e nel corso degli studi hanno trovato risposte attraverso il mio percorso di studi e di interpretazioni comprendendo il significato di 2 cose: Determinismo e Libero Arbitrio.

Cosa è il Determinismo e come il Libero Arbitrio agisce in contrapposizione ed in concerto al Determinismo?

Nulla avviene per caso, quindi una condizione “in Alto” si riflette in una condizione “in Basso”, uno degli insegnamenti alchemici iniziava infatti con: “Ciò che è in alto è come ciò che è in basso…” , ma anche filosofie e scienze che sottolineano la Causalità dell’esistenza (non la Casualità) con le leggi di CAUSA=EFFETTO, quindi se A compie una azione su B, B reagisce in un modo.

Prendiamo l’esempio di noi che affacciamo una pallina dal balcone, se la lasciamo andare questa necessariamente precipiterà, noi potremmo in questo caso paragonarci ad un Pianeta e la pallina paragonarla all’Essere Umano.

Ma l’Essere Umano, che a differenza della pallina non è inerte, avrà una propria cultura perché è nato in una certa epoca, avrà una propria educazione perché è nato in una certa famiglia ed ha frequentato certe persone ed ha assunto le proprie spiegazioni, valori, regole, ed avrà una propria sensibilità e senso innato prodotto dalle varie incarnazioni che lo porterà ad interpretare, decidere, scegliere cosa è meglio per lui, ad essere, in un certo senso, libero da un destino che altrimenti sarebbe “disegnato su di lui”.

E’ anche vero però, come riportato da vari studi, che sia l’Anima a scegliere quando e dove incarnarsi e quindi, se è l’Anima a decidere, sarà l’Anima a decretare quale Cielo e Conformazione avere in quella determinata esistenza.

Si può anche dire che, in base al proprio livello evolutivo animico, sia l’Anima a scegliere l’incarnazione o subisca la scelta evolutiva migliore per il suo progresso.

Quindi, ricapitolando, Anime molto evolute, come potrebbero essere quelle dei Grandi Maestri come Buddha e Gesù, sceglieranno certamente il Loro percorso evolutivo migliore, che nel loro caso specifico è anche il migliore per tutte le Anime con cui verranno in contatto, mentre altre Anime all’inizio del loro percorso umano, per chi da per assodato che il percorso evolutivo provenga dalle sfere minerali, vegetali, animali, proseguendo in quelle umane per poi rivolgersi verso quelle puramente spirituali, avranno ancora tutta la strada da percorrere e quindi saranno meno padroni di questo tipo di scelte pre-incarnative, per loro è prefissato un percorso con determinate tappe. Quindi da una parte ci sarà chi determinerà il proprio Determinismo compiendo il Libero Arbitrio prima della nascita e seguendo poi il Disegno che hanno scelto per loro e chi riceverà indicazioni di quando scendere e dove scendere perchè per loro sarà più importante seguire determinati tipi di tappe prima di altre. Man mano che l’evoluzione dell’essere umano progredirà acquisirà sempre più Libero Arbitrio, prima sul piano animico per scegliersi quali rotte compiere e poi sul piano umano per agire al meglio su determinate prove che si è scelto.

In merito a questo punto, agire al meglio sulle prove che sono state programmate, ci sarà chi preferirà un percorso più realizzativo e pratico, puntando sullo sviluppo della personalità, della posizione sociale, della realizzazione del proprio Personaggio e chi invece lavorerà più sul piano evolutivo umano, animico, spirituale cercando di essere una persona migliore e quindi lavorando sull’Attore che interpreta la scena della propria vita.

Abbandoniamo i preconcetti

Qui è il bello dell’Astrologia! Non è detto che chi abbia tanto lavorato sul piano spirituale sia completamente evoluto sul piano fisico e non è detto che chi abbia tanto lavorato sul piano fisico sia già completamente evoluto sul piano spirituale…

Non è quindi scontato che un ricercatore spirituale sia già stato un grande manager e quindi pieno di Materia da dirigere verso lo Spirito, e nemmeno che un grande manager realizzatore di grandi imprese sia colmo di Spirito da portare in Materia, perché, ad esempio, un grande manager può essere molto cinico e duro con il prossimo, ma anche molto umano e spirituale e, ad esempio, un grande ricercatore spirituale può isolarsi consapevolmente dal mondo per ricercare se stesso o per paura di esserne contaminato.

E’ importante tenere le due evoluzioni su piani differenti, ogni anima, in maniera innata, sente cosa è meglio per se, e in questa grande palestra che è la vita ognuno può scegliere l’attrezzo che preferisce lavorando sulle parti che per lui sono più deficitarie, o sovrabbondando lo sviluppo delle parti già sviluppate evitando di rischiare di mettersi in gioco. Anche questo è Libero Arbitrio ed è importante nella lettura di un Cielo tenerne conto per rispetto dell’Anima che abbiamo davanti.

Tanti preconcetti devono essere messi da parte quindi massimo rispetto e zero giudizio. Ogni Archetipo che partecipa al grande Disegno che stiamo osservando agisce in concerto con tutti gli altri, ma è da considerarsi anche a se stante nel momento in cui lo si osserva.

In Astrologia ci sono dei limiti in cui è consentito leggere il Cielo di un’altra persona, oltre è privacy dell’Anima che abbiamo davanti. Si possono vedere le tappe principali in un tema, ma il cosa abbia fatto prima, cosa farà dopo, come effettuerà un passaggio, se sosterà parte del tempo per rintemprarsi, dipenderà unicamente dalle scelte, dall’Energia e dal percorso animico della persona ed è quindi a sua totale discrezione.

Inoltre quando si legge un tema di una persona che non è presente davanti a noi non possiamo vedere il suo grado di sensibilità, il suo linguaggio e nemmeno intuire quanto si conosca e quanto si sia auto osservato… potrebbe non riconoscersi in ciò che gli viene detto o non volersi riconoscere…

Stessi tipi di prove vengono vissute da diverse persone in maniera totalmente diversa, e questo potrebbe anche dipendere dalla riserva energetica dell’Anima che abbiamo davanti, dalla Fiducia che ha sviluppato, o perso, nell’Intelligenza e Amore Universale e quindi essere superate in un battito di ciglia o percepite come montagne da scalare, ma anche essere affrontate e superate subito o anche procrastinate a tempo da destinarsi… o esistenza da destinarsi!

In conclusione

Quindi ricapitolando il compito dell’Astrologo è quello di suggerire la via più retta possibile, gli “usci” migliori, indicare i punti di forza, indicare, non tanto i punti deboli, ma i punti su cui il lavoro sarà maggiore, ricordandosi e ricordandogli che ogni cosa ha uno scopo, rispettando la libertà di decisione e le diverse opinioni e sviluppando un linguaggio quanto più ampio possibile e contenuti che descrivano la sua realtà nella maniera più semplice.

Con questa introduzione sul Determinismo e Libero Arbitrio si chiude questa introduzione. Nelle prossime sezioni ci occuperemo degli Elementi di Astrologia ovvero di cosa sono e cosa non sono i Segni, di cosa sono e cosa non sono i Pianeti, di cosa sono e cosa non sono le Case, cercando nel limite del possibile di fare pulizia da tutte le distorsioni che sono subentrate negli anni, cercando anche di non aggiungerne di ulteriori. Una volta elencati tutti gli Elementi li andremo ad unire e inizieremo a sviluppare quello che non può essere solo definito in maniera razionale ed empirica, ma una vera e propria Arte, ovvero un processo intuitivo ed ispirato che armonizzi e renda fruibili tutti i contenuti principali dell’interpretazione del Disegno che andremo ad osservare e per fare ciò ci serviremo di alcuni concetti archetipali ed alchemici.

Benvenuti in questa Grande Disciplina!

What do you think?

Written by Alessandro Gatti

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0

Space Force Doesn’t Want to Send a Human to Do a Robot’s Job

Alessandro Gatti