in , , ,

La Ruota dei Segni – Introduzione

La Ruota dei Segni

Buongiorno a tutti e bentornati in questo angolo dedicato all’Astrologia.

Oggi inizierò a parlare di Ruota dei Segni o Zodiaco, molto di ciò che dirò sarà introduttivo perché è importante comprendere bene la sua origine, la sua formazione e quanto è determinante nella lettura dei Cieli astrologici.

Farò anche qualche piccolo excursus sui Pianeti, principalmente del Sole e della Luna, sempre connessi con la Ruota dei Segni e ne approfitterò per toccare qualche argomento che normalmente è fonte di litigio tra gli appassionati di Astronomia e gli appassionati di Astrologia, in questo modo mi pongo lo scopo, se possibile, di farle andare a braccetto e, se non possibile, colmare almeno le distanze.

Eliocentrismo e Geocentrismo

Incomincio parlando di Eliocentrismo e Geocentrismo, che cosa sono per definizione e perchè in Astronomia abbiamo l’Eliocentrismo mentre in Astrologia il Geocentrismo.

Per incominciare che cosa sono?

Eliocentrismo significa porre al centro Elios, e quindi il Sole, mentre Geocentrismo porre al centro la Terra. In Astronomia si parla di sistema solare e quindi il Sole, la stella del nostro sistema, ne da il nome. In Astrologia si parla di Geocentrismo partendo dal presupposto che la Terra sia fissa al centro ed i Pianeti le ruotino intorno.

E’ importante in questa fase trovare un equilibrio tra mente scientifica e mente esoterica senza trascurare nessuna delle due, sarebbe anche utile trovare le linee comuni seguendo il progresso delle scoperte avvenute nelle epoche.

Perchè in Astrologia si pone al centro la Terra?

In Astrologia noi studiamo quello che sono gli influssi degli Astri verso la persona, la situazione o il contesto che stiamo osservando, quindi se l’oggetto di osservazione si trova sulla Terra, è importante capire ciò che la Terra riceve tramite il moto, i rapporti, le posizioni degli Astri, quindi il punto di vista viene fissato sulla Terra. Tenendo quindi fisso l’oggetto che stiamo osservando sulla Terra, e da li vedere ciò che avviene intorno, avremo un sistema Geocentrico. Secondo la Relatività se A ruota intorno a B e consideriamo A la Terra rispetto a B il Sole, fissando anziché l’Elemento più grande quello più piccolo si avrà che il Sole ruota intorno alla Terra, analogamente ad essere seduto su un treno che parte dalla stazione e vedere la stazione andare via, ma in realtà la stazione è sempre lì, il treno invece si sta muovendo… quindi un discorso di punti di vista.

Ecco tutto quello che conta veramente è capire qual è la domanda che ci stiamo facendo per fissare correttamente il centro.

Altra spiegazione per cui si adotta il sistema geocentrico potrebbe essere quella che ai tempi in cui è stata fondata e tramandata l’Astrologia, in particolar modo quella Antica, non c’erano ancora le scoperte di oggi, l’avvento di Galileo e dei telescopi e di tanti altri scienziati e tecnologie che hanno potuto osservare i moti dei corpi celesti.

In Astrologia è comunque utile mantenere questo sistema, ricordandoci che noi osserviamo gli eventi che avvengono sulla Terra rispetto agli influssi che la raggiungono dall’esterno.

Inoltre se proprio vogliamo guardare ancora una cosa, anche in Astronomia, come è vero che la Terra ruota intorno al Sole, non si può definire il Sole fisso, perché esso ha un moto nella Galassia e, a sua volta, la stessa Galassia ha un moto nell’Universo, quindi Tutto è in Movimento. Si dice che tutto sia in movimento, in mutamento, se non ci fosse movimento non ci sarebbe la Vita e l’Evoluzione perderebbe di significato perché non ci sarebbe nulla che distinguerebbe la Materia Inerte dalla Materia Morta.

Evoluzione significa passare da uno stato ad un altro, e questa è un’altra forma di movimento e di mutamento.

Alcuni cenni sui Pianeti in Astronomia e Astrologia

In Astrologia si tende ad essere criticati dagli Astronomi, perché denominiamo “Pianeti” tutti i principali Elementi Celesti dal Sole, Luna, Mercurio fino a Plutone, nell’Astrologia Antica si teneva conto dei 7 principali fino a Saturno, nonostante sia noto che il Sole sia una stella, la Luna sia il satellite della Terra, infatti, volendola conoscere a fondo l’Astrologia, Sole e Luna assumono il nome di “Luminari”, perché il Sole emette luce propria e la Luna ne riflette la luce.

Plutone, inoltre, è stato scoperto nel 1940 perché gli Astronomi si erano accorti che l’orbita ed il moto di Nettuno erano influenzati da un altro corpo celeste, ed una volta che Plutone è stato analizzato, l’Unione Internazionale degli Astronomi ha scoperto che, a causa delle dimensioni (2/3 della Luna e la metà di Mercurio) e a causa del 30% di ghiaccio sulla sua superficie, potrebbe essere un satellite sfuggito dalla forza di gravità di un pianeta e quindi dalla sua orbita originale o ciò che resta di una cometa (data l’alta concentrazione di ghiaccio).

Lo stesso Plutone, che ricordiamo che nel Pantheon di Divinità greche era Hades, ha un satellite molto caratteristico chiamato Caronte, il traghettatore delle Anime nell’Inferno, e Hades come Ade era appunto l’Inferno. Questa Luna di Plutone ha una particolarità , la sua dimensione infatti è poco più della metà di Plutone, quando è stato osservato il moto di questa sua Luna si sono accorti che il centro di rotazione non risiedeva all’interno di Plutone (Plutone al centro), ma, seppur vicino a Plutone, in mezzo ai due. La nostra Luna, volendone semplificare l’orbita eccentrica che ha, ha un centro di rotazione che è all’interno, qualche migliaio di km al di sotto della superficie terreste, ed è così per tutte le Lune dei Pianeti… questo potrebbe definire, sia Plutone che Caronte, non un Pianeta con il suo satellite, ma entrambi satelliti.

Detto tutto questo in Astronomia si tende ad applicare regole schematiche, non sbagliate, ma che non contemplano il ruolo Archetipico e Alchemico dei Corpi Celesti ed invece in Astrologia ne riveste il significato e ruolo principale, perciò in Astrologia è corretto denominare “Pianeti” i Corpi Celesti da Mercurio a Plutone con Sole e Luna detti “Pianeti Luminari”.

L’Eclittica

Facendo una piccola introduzione sul moto del Sole rispetto alla Terra noi possiamo subito osservare che definisce un’orbita che viene percorsa in circa 365,27 giorni definito anche “Anno” o “Rivoluzione solare”. Ogni volta che in Astrologia si usa il termine “Rivoluzione” si intende il moto di un Pianeta che torna al punto di inizio, il suo percorrere completamente la sua orbita, percorrere tutti i 360°. L’orbita del Sole descrive un cerchio e viene definita “Eclittica”.

La parola Eclittica proviene da Eclisse etimologicamente, ed Eclisse è la fase in cui la Luna si pone tra la Terra ed il Sole, vista l’orbita caotica della Luna spesso è al di sopra o al di sotto di questa linea (osservando l’Eclittica di fianco, non come cerchio, ma come linea), e quando ciò avviene la Luna oscura il Sole, è in mezzo e ne copre la luce, la Luna è “nuova” perché il Sole è dietro ed è oscurato. Questa fase chiamata Eclisse da il nome all’Eclittica.

L’Eclittica è il cerchio esterno che noi vediamo nei grafici, ma considerando le orbite dei Pianeti in particolare quello della Luna, non va considerata un cerchio, ma piuttosto una fascia sulla quale i Pianeti possono avere una latitudine Nord od una latitudine Sud, quindi essere al di sopra o al di sotto del suo piano centrale come dicevo prima osservandola di fianco. Questa variazione di latitudine solitamente ha un massimo ed un minimo di +9° o -9°, quindi è corretto denominarla “fascia”.

Le Stagioni

L’asse della Terra è inclinato rispetto all’orbita intorno al Sole, questa inclinazione di circa 23° determina le Stagioni. Ci saranno momenti in cui il Sole è preponderante rispetto le ore in una giornata, momenti in cui invece è maggiore la notte, e questi 2 momenti dell’anno che definiscono un massimo e minimo solare sono chiamati “Solstizi”. Nel Solstizio d’Estate le ore di luce sono circa 15h 20min e nel Solstizio d’Inverno saranno soltanto 8h 40min.

L’Eclittica quindi ha 4 momenti principali, gli Equinozi, i momenti in cui il giorno e la notte per durata si equivalgono, quindi entrambi misureranno 12 ore ed avviene all’inizio della Primavera ed all’inizio dell’Autunno, e i Solstizi in cui la differenza di durata è massima ed avvengono all’inizio dell’Estate ed all’inizio dell’Inverno.

La Ruota dei Segni

L’inizio della Primavera ha un’importanza fondamentale nell’Eclittica. In un cerchio non si può dire che ci sia un inizio ed una fine perché è un ciclo ed il ciclo continua in qualunque punto, a differenza di un segmento che invece ha un inizio ed una fine, però questi 4 punti nel cerchio dell’Eclittica ne determinano i 4 angoli principali, ovvero l’inizio delle 4 Stagioni.

L’inizio dello Zodiaco o Ruota dei Segni, è all’inizio della Primavera ed equivale a 0° di Ariete definito anche “Punto Vernale”, se noi da lì partissimo a contare i 360° della circonferenza dividendolo in 12 parti esatte, di 30° ciascuna, otteniamo i 12 Segni Zodiacali.

Perchè 12 Segni?

Quando si osserva l’Eclittica dalla Terra, alla fondazione della Disciplina Astrologica, si potevano osservare 13 Costellazioni e di queste 13 che hanno un’ampiezza variabile ne sono state scelte 12 trasferendone il nome simbolico in 12 Segni di pari ampiezza, quindi ogni Stagione è stata suddivisa in 3 Segni, oppure l’Eclittica totale suddivisa nei 12 Segni.

Un’altra contestazione che viene espressa dagli appassionati di Astronomia riporta che, dato che oggi l’asse della Terra si è inclinato ulteriormente e gli Astri non sono più gli stessi di allora, e quindi adesso non ci sono più quei 12 Segni. Qui è l’errore, i 12 Segni sono gli stessi di allora perché i Segni non sono le Costellazioni, ne hanno preso il nome, ma il loro significato intrinseco è lo stesso, sono sempre 12 e si rivolgono alla stessa porzione di Eclittica!

Quindi noi tutt’ora avremo 3 Segni per la Primavera, ovvero Ariete Toro e Gemelli, 3 Segni per l’Estate, ovvero Cancro Leone e Vergine, 3 Segni per l’Autunno, ovvero Bilancia Scorpione e Sagittario, e 3 Segni per l’Inverno, ovvero Capricorno Acquario e Pesci.

Vista la vastità dell’argomento questa prima parte sulla Ruota dei Segni si chiude qui.

A presto!

What do you think?

Written by Alessandro Gatti

Comments

Leave a Reply

2 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0

Lavorazioni a confronto.

Virginia Rocket Launch Site is About to Grow With the Most Successful Startup Since SpaceX