in

Completamente infiltrati: Spie cinesi alla VW, Airbus, Deutsche Bank e Siemens

Sandro Semper Fidelis

Migliaia di dipendenti di Volkswagen, almeno due alti dirigenti della Deutsche Bank e dipendenti di Airbus e Siemens sarebbero membri del Partito Comunista Cinese.
Alla fine di dicembre 2020 è trapelata una banca dati di 1,95 milioni di membri del Partito Comunista Cinese (PCC) dal 2016.

Tra le aziende tedesche, la Volkswagen, in passato la più grande casa automobilistica del mondo, sembra essere stata la più colpita: Secondo “The Australian”, più di 5.700 dipendenti Volkswagen in 131 filiali sono membri del Partito Comunista Cinese.

Quadri CP nelle principali banche
Due senior manager di Deutsche Bank erano membri del CPC nel 2016, così come un senior manager di JP Morgan Chase, “The Daily Telgraph” ha riferito il 13 dicembre.

Centinaia di dipendenti delle banche britanniche HSBC e Standard Chartered erano anche membri di KPC, ha detto il Telegraph. Almeno 335 dipendenti HSBC e 290 dipendenti Standard Chartered erano membri di KPC, tra cui il vicepresidente senior di HSBC Cina, il presidente dell’ufficio Shenzen di HSBC e il vice direttore di HSBC Hong Kong Corporate and Consumer Products, ha detto.

Il vice presidente dell’ufficio cinese di Standard Chartered Dong Shuyin e il responsabile della gestione degli investimenti e del business banking erano anche membri di KPC, ha detto.

Il 15 dicembre, il Daily Telegraph ha anche rivelato che centinaia di dipendenti delle quattro maggiori società contabili del mondo sono membri del Partito Comunista Cinese, tra cui almeno 400 dipendenti della KPMG, e 800 dipendenti ciascuno di Ernst & Young e Deloitte, tra cui il vice presidente di Deloitte in Cina. Anche i dirigenti della Pricewaterhouse Coopers sono membri del CPC, ha detto il Telegraph.

I quadri di Airbus, Boeing, Pfizer, Ikea e Siemens.
I membri del KPC si erano infiltrati anche nelle aziende leader, nelle ambasciate, nelle università e nelle organizzazioni di tutto il mondo.

Secondo il Daily Mail, nel Regno Unito, si ritiene che i dipendenti di Airbus, Boeing, Rolls Royce e Jaguar Land Rover appartengano al Partito Comunista, così come almeno 123 dipendenti delle aziende farmaceutiche Pfizer e AstraZeneca, leader nello sviluppo del vaccino Corona. Un dipendente del Consolato britannico a Shanghai, sede dell’unità di intelligence britannica per la regione, è anche detto essere un membro del CPC.

In Belgio, le società Bekaert (9 dipendenti), Volvo (57 dipendenti in due sedi), BNP Paribas (21 dipendenti) e Philips (340 dipendenti in 9 sedi) sarebbero interessate. Inoltre, le società Ikea, Siemens, Deloitte, la banca HSBC e i produttori di vaccini AstraZeneca e Pfizer sono interessati, riferisce “De Standaard”.

I media e i politici tedeschi hanno finora taciuto completamente sui possibili membri del KP in Germania.

Secondo il Daily Mail, la lista del 2016 è stata originariamente fatta trapelare su Telegram e trasmessa a settembre da un dissidente cinese all’Alleanza interparlamentare cinese (IPAC), che comprende 150 parlamentari internazionali interessati alla crescente influenza del Partito comunista cinese.

Sandro Semper Fidelis

What do you think?

95 points
Upvote Downvote

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0

Solorigate: Cosa si nasconde dietro la “catastrofica” SolarWinds Hack

“Dai razzi V2 alle stazioni su Marte” – conferenza.