in , ,

LoveLove

Teschi allungati nell’ antico Egitto.

Amarna, XVIII Dinastia.

I famosi “teschi allungati ” sono stati trovati in ogni continente del mondo, dalla Cina all’ Europa fino ad arrivare alle Americhe, e prossimamente vedremo come ad oggi non ci sono più dubbi sulla loro autenticità dimostrata dalle analisi del DNA e dagli studi di molti paleontologi accreditati, anche perché mi riesce difficile credere che di punto in bianco mamme di culture lontane nel tempo e nello spazio si siano messe a maciullare la testa dei propri figli con spaghi e tavolette varie per dargli un aspetto che forse a quei tempi non è che trasmetteva molta fiducia. Diverso sarebbe stato se lo scopo di tale scempio fosse voluto per adorare o imitare qualcuno di grande importanza, una divinità o una diverso ramo dell’ evoluzione umana con qualità superiori alle nostre tanto da poter giustificare l’ atto. Oltre ai veri teschi allungati , numerosissimi in vari musei del mondo, ci sono prove nelle varie culture dell’ antichità che ci fossero state classi regnanti con questa caratteristica da imitare? Un infinità! In Egitto lo possiamo vedere con una delle famiglie più famose al mondo.

La famiglia del faraone eretico Akhenaton, XVIII Dinastia di Amarna che inizia dal 1543 al 1292 aC., è forse la più affascinante e misteriosa di tutte le altre dell’ antico Egitto. Oltre ad avere portato il culto del Dio sole Aton, unico Dio, la particolarità di questo faraone è che tutti i membri, forse ad eccezione di Tutankhamon, che infatti riporterà tutto il pantheon delle divinità al suo posto , sono rappresentati con questo tipico cranio allungato, a partire da Akhenaton e sua moglie Nefertiti, e tutte le sei figlie principesse di Amarna: Merytaton, Maketaton, Ankhesenamon, Neferneferuaton Tasherit, Neferneferura e Setepenra.

Se fosse questo l’ unico caso dove si osservano reperti antichi con queste fattezze si potrebbe anche ipotizzare a una bizzarra rappresentazione artistica di una famiglia reale un pochino eccentrica, ma come spesso capita troviamo analogie con culture mesoamericane che, in teoria, non si sono mai incontrate per scambiarsi queste curiose tradizioni culturali. Ci sono reperti con il cranio allungato da antiche culture della Colombia, Ecuador, Brasile e molte altre, ma è in Messico che mi soffermo con due esempi altrettanto singolari come la famiglia del faraone egiziano. Il primo è della cultura dei Maya con il grande Re Pakal della città di Palenque, e il secondo esempio una delle tante figure della cultura Olmeca, vecchia di almeno 3500 anni.

What do you think?

89 points
Upvote Downvote

Written by Luca Zampi

Appassionato da sempre dalle antiche civiltà del nostro passato, oggi in cerca di prove su una possibile origine comune, una civiltà globale che ha lasciato traccia di sé attraverso costruzioni megalitiche, reperti antichi con le stesse lavorazioni dei materiali, miti e leggende varie. Una visione alternativa della nostra storia attraverso l'analisi dei fatti , documenti e comparazioni fotografiche in grado di far luce ai tanti tabù e misteri che circondano queste antiche civiltà sparse per il mondo.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0

DENTRO TERRA

La propaganda politica e militare, invenzione napoleonica