in

LoveLove CuteCute AngryAngry OMGOMG

Trump Rimane Presidente Usa. Il silenzio dei Media è assordante!

Ho voluto appositamente usare un titolo del genere. Dopotutto viviamo per apprendere, giusto?

Fra le tante cose che ci ha insegnato questo stranissimo e nefasto 2020 che tutto il mondo non vede l’ora si tolga dai piedi, una è sicuramente quanto conta in termini di potere il peso di chi fa informazione. Testate giornalistiche e programmi tv, social e opinionisti, giornali e blog.

Con il terminare di questo decennio abbiamo visto cambiare il mondo in modi che non ci aspettavamo. La ormai famigerata pandemia, tanto reclamizzata e sponsorizzata dall’informazione globale, è servita da scalpello per modellare una nuova società.

Senza che nessuno ci informasse, senza il nostro permesso, e senza preoccuparsi di fare cose per il BENE quello a lettere maiuscole, quello di Tutti .

Un manipolo di uomini politici armati delle dichiarazioni di alcuni medici, e facendo leva sulla paura, hanno sovvertito l’ordine naturale delle cose, alienato i nostri diritti fondamentali e distrutto oltre al nostro modo di viviere, la possibilità di farlo, distruggendo l’economia. E alcuni ancora faticano a vederci un piano ben articolato. Quando già i cambiamenti sono in pieno corso.

Vi basti pensare, per chi non lo sapesse, che gli Usa non utilizzano ne riconoscono più transazioni effettuate con il codice SWIFT ( il codice che tutti usiamo per identificare i nostri conti correnti ). In realtà molto e molto altro è accaduto, mentre il mondo è occupato dalla pandemia. Si sono rispolverati trattati vecchi di 70 anni e sono stati ripresi in mano con forza, impugnati affinche vengano rispettati. Sono nate nuove forze militari, e le alleanze del mappamondo geopolitico stanno velocemente prendendo nuovi assetti. Enti di importanza internazionale, come l’ Onu, hanno ormai perso ogni credibilità agli occhi di chi ha seguito le vicende di quest’anno senza accontentarsi di una prima lettura dei fatti. Quella che ci hanno proposto, appunto!

Ma non posso certo in un solo breve articolo ricapitolare quanto di assurdo e ipocrita, di insensato e illogico si è visto compiere dal genere umano utlimamente. E, signori miei diciamocelo francamente, in parte è anche colpa nostra. Di noi popolo sopito e pigro, di noi popolo assuefatto e stanco, ormai demoralizzato e colpito su ogni lato. E’ nei momenti difficili che viene fuori di quale pasta siamo fatti, cerchiamo di assumerci almeno la nostra parte di responsabilità, perchè siamo dove ci troviamo oggi grazie alla nostra noncuranza dei decenni passati. Il silenzio degli onesti degenera le società quanto il danno dei disonesti.

Ma rimanendo a parlar di silenzi, è proprio quello di questi stessi starnazzanti impianti mediatici, che fa più chiasso di tutti.

Il silenzio di coloro che si fanno chiamare giornalisti, che si atteggiano ad esserlo, ma che ne hanno dimenticato lo scopo ed il senso. Quel sottacere le notizie vere, quando non sono utili a chi ci finanzia, per sostituirle con bugie imapartite con un copione, che viene dato a tutti, e a tutti uguale, in modo che nessuno esca dalle righe. Il silenzio sui brogli elettorali, sulle testimonianze che si sono ascoltate, sul clamore che cerca di fare il Presidente Trump per poter esser ascoltato e spiegare la sua versione dei fatti.

Il silenzio del candidato Biden che tace su tutto questo. Non una dichiarazione da chi si fa impropriamente chiamare Presidente Eletto su queste frodi. Non una parola sugli attentati subiti da chi cerca di testimoniare, non una sui mille problemi di quelle macchine conta voti, le stesse già usate per truccare decine di elezioni precedenti in vari stati. Ma ci sono tanti altri silenzi…

Il silenzio di Biden, anche sulla vicenda che lo vede ora il lite col suo ex-socio d’affari, in cui si rimpallano accuse di corruzione. Non una parola sulle enormi somme di denaro ricevute da lui, dal fiflio Hunter, e dal fratello. Nulla sullo strano lavoro in Ukraina del figlio, ne sul diario scritto dalla figlia in cui parla di “docce ” molto inappropriate fra lo stesso candidato, la figlia adolescente, e altre persone.

Nulla di tutto questo trova spazio nei Media di massa. Ne si parla della Harris, il numero dei Dem Americani. Tutti conoscono bene gli indirizzi dei suoi finanziatori e i rapporti del ma anche questo, non interessa.

Ci sono tanti altri silenzi di cui si dovrebbe parlare.

Quello del personale medico, il silenzio delle forze dell’ordine, il silenzio della classe politica, se ancora ne individuate una.

Per quanto riguarda gli Usa, ci auguriamo di vedere la verità esposta a tutto il mondo, e che quindi POTUS rimanga ben seduto sulla sua poltrona. Sappiamo che ha molte strade aperte da poter percorre per dimostrare come davvero si sono svolte queste elezioni.

Un grande augurio per l’Italia che incontra questo 2021 da parte mia:

Che l’Italia e gli Italiani ritrovino la voce per parlare, ed il coraggio di gridare, davanti ad ogni ingustizia. Il popolo siete Voi, siamo Noi.

Siamo Noi cittadini i sovrani di questo Paese. Ricordatevelo, e comportatevi come tali.

Da parte mia l’augurio di Buone Feste, e di un anno che ci riporti alla vita!

D.C.

What do you think?

113 points
Upvote Downvote

Written by Davide Cristallo

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0
Ron Paul

Ron Paul – Un precursore dei tempi

Ursula von der Leyen

Si amplia il sostegno al governo EU